Vai al contenuto

Cosa fa ARCS

Le finalità istituzionali e la vision aziendale

L'Azienda Regionale di Coordinamento per la Salute, in favore della Direzione centrale di cui al comma 1, assicura compiti di carattere tecnico specialistico, per la definizione e la realizzazione degli obiettivi di governo in materia sanitaria e sociosanitaria e, a tal fine, fornisce supporto alla stessa per l'individuazione, da parte della Giunta regionale, del sistema di valutazione e degli obiettivi degli organi di vertice degli enti del Servizio sanitario regionale.

Le funzioni dell'Azienda regionale di coordinamento per la salute (ARCS) sono dettagliate all'art. 4 (Livelli di governo del Servizio sanitario regionale) della Legge Regionale n.27 del 17 dicembre 2018.

L'ARCS, per le finalità istituzionali assegnate, assume sostanzialmente tre ruoli:

       - di supporto al livello politico istituzionale per le scelte strategiche;

       - di trasferimento delle scelte strategiche in programmazione attuativa e successivo coordinamento delle Aziende nella sua realizzazione;

       - di erogatore di servizi accentrati sia di natura sanitaria che tcnico-amministrativa.

L'ARCS opera come elemento di congiunzione tra il momento politico-strategico e livello operativo aziendale assicurando un governo coordinato, orientato e sostenibile del Sistema Sanitario Regionale nell'ottica di fornire la massima aderenza dell'offerta ai bisogni della popolazione, in un quadro di continua evoluzione tecnologica ed organizzativa.

Le attività dell'ARCS riguardano:

  • Acquisti centralizzati per il Servizio Sanitario Regionale;
  • Acquisti centralizzati per Direnzione Regionale;
  • Gestione accentrata di funzioni amministrative;
  • Gestione assicurativa dei rischi centralizzata;
  • Misurazione esiti;
  • Health Tecnology Assessment;
  • Valutazione degli investimenti;
  • Reti cliniche e PDTA;
  • Rischio clinico e progetto cure sicure;
  • Formazione e valorizzazione delle competenze;
  • Gestione delle tecnologie;
  • Sistema informativo e informatico regionale;
  • Flussi ministeriali;
  • Osservatorio epidemiologico regionale;
  • Monitoraggio e vigilanza delle Aziende;
  • Gestione Sanitaria Accentrata (GSA);
  • Analisi e valutazione per pianificazione regionale (programmazione e controllo);
  • Attività di supporto tecnico alle decisioni regionali in materia sanitaria;
  • Attività sanitarie a gestione diretta: Emergenze extraospedaliere – 118, CUP, Centro Regionale Tumori, Programmi di Screening.

Le attività sopra elencate sono state aggregate per funzioni omogenee "di mandato", che ha portato all'identificazione delle seguenti macro funzioni:

  • Funzioni di governo dell'Azienda;
  • Funzioni tecnico amministrative di supporto e funzioni di staff;
  • Funzioni di "produzione/erogazione".
Pubblicato il 8/7/2019
Ultima modifica 1/8/2019